Bando voucher digitalizzazione i4.0 – Anno 2021

Bando voucher digitalizzazione

Proprio in questi giorni, a seguito del decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 12 marzo 2020, le Camera di commercio, industria, artigianato e agricoltura di molte province italiane hanno approvato il progetto “Punto Impresa Digitale”, volto a promuovere la digitalizzazione nelle micro, piccole e medie imprese del territorio mediante il “Bando voucher digitalizzazione i4.0 – Anno 2021”.

Nello specifico, verrano rilasciati dei contributi a fondo perduto (voucher) volti a rimborsare fino all’80% delle spese ammissibili1, a seconda delle province.

Questo incentivo si aggiunge a quelli già messi in campo dal Ministero dello Sviluppo Economico per aiutare le imprese italiane a uscire dalla crisi provocata dalla pandemia mondiale scoppiata lo scorso anno mediante l’investimento nel digitale, indispensabile più che mai in questo periodo. Tra gli altri, degno di nota è sicuramente il credito d’imposta del 140% per supportare gli investimenti per la Cyber Security aziendale.

Obiettivi voucher digitalizzazione

Gli obiettivi principali perseguiti dal “Bando voucher digitalizzazione i4.0” sono i seguenti:

  • accrescere la collaborazione tra le micro, piccole e medie imprese della provincia e quella tra esse e i soggetti altamente specializzati nelle tecnologie dell’industria 4.0;
  • favorire gli interventi di digitalizzazione e automazione volti a garantire la continuità operativa delle imprese durante l’emergenza sanitaria connessa al virus Covid-19 e alla conseguente ripartenza post-pandemia;
  • realizzare progetti finalizzati all’introduzione di modelli di business innovativi e di modelli di business eco-sostenibili;
  • promuovere l’utilizzo di soluzioni focalizzate sulle nuove competenze e tecnologie definite nel Piano Transizione 4.0.
Obiettivi del bando voucher digitalizzazione i4.0

Ambiti di intervento

Il progetto “Punto Impresa Digitale” è rivolto, in particolare, alle proposte presentate da singole imprese riguardanti, tra le altre, almeno una delle seguenti categorie:

  • Internet of Things;
  • cloud, fog e quantum computing;
  • cyber data security e business continuity;
  • integrazione verticale e orizzontale;
  • soluzioni tecnologiche per il coordinamento e la gestione integrata dei processi aziendali (CRM, ERP, RFID, etc.);
  • sistemi di e-commerce;
  • soluzioni per lo smart working e il telelavoro;
  • automazione del sistema produttivo e della vendita;
  • connettività a banda ultralarga.

Sono comprese, oltre alle categorie di cui sopra, anche eventuali tecnologie complementari o propedeutiche a esse rientranti nei seguenti ambiti:

  • integrazione sistemica per l’automazione dei processi;
  • digital marketing;
  • soluzioni tecnologiche per la transazione ecologica.

Come partecipare al bando

Per poter partecipare al “Bando Voucher Digitalizzazione i4.0 – Anno 2021” è necessario presentare la propria domanda compilando l’apposito modulo e inviandolo in formato PDF tramite PEC all’indirizzo mail della Camera di Commercio della propria provincia.

La mail dovrà avere in oggetto la dicituraBando Voucher i4.0 – 2021” e dovrà contenere la firma digitale del titolare dell’impresa.

Il periodo di accettazione delle candidature va dalle ore 08:00 del 28 maggio 2021 alle ore 21:00 del 28 giugno 2021. Tutte le domande presentate dopo tale periodo verranno automaticamente ritenute inammissibili e quindi rifiutate.

La versione integrale del “Bando voucher digitalizzazione i4.0 – Anno 2021” è consultabile direttamente presso il sito di Punto Impresa Digitale al seguente link.

Se hai bisogno di aiuto

OpenSolution fornisce la propria esperienza e le proprie tecnologie a supporto della preparazione dei progetti innovativi richiesti dal Bando per tutte le categorie sopra citate, in linea con i principi di collaborazione tra imprese e soggetti altamente qualificati nelle tecnologie i4.0.

Tra le nostre soluzioni rientranti nei criteri imposti dalla Camera di Commercio vi sono:

Infografica
I servizi di OpenSolution per supportare le imprese che partecipando al bando voucher digitalizzazione.

1 Sono ammissibili le spese (relative alle tecnologie previste dal Bando) per: servizi di consulenza; servizi di formazione; acquisto di beni strumentali; abbattimento degli oneri per la realizzazione di progetti per l’innovazione digitale.

Condividi su:

Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on pinterest
Pinterest
Share on linkedin
LinkedIn

Sommario

In evidenza

Articoli correlati

Smart working: pro o contro?

Smart Working: tutti i pro e i contro.

Nel precedente articolo abbiamo visto cos’è lo smart working e perché bisognerebbe provarlo, ma è bene precisare che la sua implementazione non porta solo vantaggi,

Cos’è lo smart working

Che cos’è lo smart working?

Tutti ne parlano, molti lo praticano (soprattutto dall’inizio della pandemia), ma alcuni si pongono ancora la stessa domanda: «che cos’è lo smart working?». Per capire