Sicurezza Informatica: che cos’è e perché occorre investirci.

Negli ultimi anni il numero di attacchi informatici gravi è aumentato costantemente, così come le norme a tutela dei dati digitali. Investire nella sicurezza informatica è sempre più importante sia per le grandi sia per le piccole imprese.

Nel 2020, il numero di attacchi informatici è aumentato del 12% rispetto all’anno precedente e si è registrata una crescita degli attacchi gravi del 66% rispetto al 2017. Anche se non sono usciti dati relativi all’anno appena concluso, è sufficiente pensare che nel solo primo semestre sono stati registrati il 24% di attacchi in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Rapporto Clusit 2021

Fortunatamente, l’attenzione degli utenti e delle organizzazioni rispetto alla sicurezza informatica dei propri dati online sta crescendo molto negli ultimi tempi, complici sia l’aumento degli attacchi informatici sia le nuove normative volte a richiedere maggiore attenzione e specifiche linee guida da seguire.

Infatti, il nuovo GDPR attribuisce al titolare dell’impresa la responsabilità di garantire la sicurezza dei dati e delle informazioni da essa detenuti, secondo il principio dell’accountability. Questo significa che l’organizzazione non può più esimersi dal tutelare e tutelarsi da questo rischio.

Investire nella sicurezza informatica, quindi, sta diventando una necessità sempre maggiore a prescindere dai settori e dalle dimensioni aziendali.

perché investire sulla sicurezza informatica
Il crescente numero di attacchi ha portato a una maggiore regolamentazione in materia di sicurezza informatica e dei dati (GDPR), rivolta sia alle grandi sia alle piccole imprese.

Cos’è la sicurezza informatica?

Per comprendere al meglio cosa si intende quando si parla di sicurezza informatica, partiamo dalla sua definizione:

La sicurezza informatica è l’insieme dei prodotti, dei servizi, delle regole organizzative e dei comportamenti individuali volti a proteggere la riservatezza e l’integrità dei sistemi informatici di un’organizzazione.

Tutto ciò che contribuisce a mantenere al sicuro le informazioni digitali (siano esse proprie o di terzi) quindi, rientra all’interno delle pratiche di sicurezza informatica.

Esistono poi numerose declinazioni a seconda dello specifico ambito di interesse; infatti, si può parlare più nel dettaglio di sicurezza a livello di rete, a livello di dati, di software/applicazioni etc. Ciascuna realtà organizzativa presenta le proprie criticità, per cui può risultare necessario rafforzare le difese in una determinata area più soggetta a minacce. Non a caso, oltre la metà degli investimenti fatti nella sicurezza informatica sono destinati a specifici servizi collegati.

Per questo motivo, è importante affidare a degli esperti la valutazione e la messa in sicurezza dell’infrastruttura informatica della propria organizzazione, andando così a intervenire proprio laddove sono presenti maggiori rischi.

Perché è importante il regolamento GDPR?

Dopo aver definito cosa si intende per sicurezza informatica, approfondiamo le ragioni normative per cui le organizzazioni sono tenute ad adeguare le proprie misure di protezione dei dati in conformità al regolamento GDPR.

Innanzitutto, l’art. 37 afferma che i soggetti pubblici e privati sono tenuti a nominare un responsabile della protezione dei dati e comunicarlo al Garante per la Protezione dei Dati Personali.

Il regolamento, poi, sottolinea l’importanza della responsabilizzazione dei titolari dell’organizzazione rispetto all’adozione di misure volte a prevenire i rischi informatici e ad assicurare l’applicazione del regolamento stesso. Tali misure devono garantire un livello di sicurezza adeguato al rischio, anche attraverso codici di condotta o certificazioni della qualità delle soluzioni adottate.

Il regolamento GDPR, dunque, impone a tutte le organizzazioni che utilizzano dati di terze parti di garantire un’adeguata tutela dei dati e dei rischi ad essi connessi. Ciò va quindi a costituire un ulteriore motivo di interesse verso la sicurezza informatica, che si aggiunge ai vantaggi offerti per un tornaconto aziendale.

I vantaggi della sicurezza informatica per le imprese

Dal momento che nessuna organizzazione è esente dal rischio di subire attacchi informatici, investire in sicurezza è sempre una scelta giusta anche prescindendo dall’esistenza del regolamento GDPR.

Vi sono però anche ragioni più specifiche per cui è importante valutare una spesa in questa particolare area:

Business Continuity

Innanzitutto, oltre al rischio di compromettere l’integrità e la riservatezza dei dati, subire un attacco informatico può comportare altri danni come l’interruzione dei processi operativi che possono ridurre dasticamente la produttività, specialmente in caso di assenza di un sistema di disaster recovery che favorisca un’adeguata business continuity.

Privacy dei dati

Inoltre, perdere la riservatezza di dati sensibili oppure l’accesso a elementi cruciali per l’attività può rappresentare un danno irreparabile per un’azienda, con il rischio di gravi ripercussioni sia nel breve sia nel lungo termine.

Fiducia degli stakeholder

Un altro aspetto da non dimenticare è quello legato alla fiducia che clienti e fornitori, così come tutti gli altri stakeholder, possono riporre in un’organizzazione che ha a cuore la sicurezza dei loro dati. Al contrario, sapere che l’impresa ha subito attacchi informatici recentemente potrebbe convincerli a interrompere i rapporti in favore di una concorrente.

Vantaggio competitivo

Infine, come detto all’inizio di questo articolo, la sicurezza informatica è un argomento che sta riscontrando un’attenzione sempre maggiore e potrebbe costituire un’importante leva di marketing, nonché un vantaggio competitivo rispetto alle attività meno all’avanguardia.

Conclusioni

La sicurezza informatica è sempre più al centro dell’interesse di organizzazioni grandi e piccole, rappresentando un elemento imprescindibile in un futuro sempre più caratterizzato dalla diffusione del digitale in ogni ambito.

Sia per ragioni di compliance rispetto ai regolamenti comunitari, sia per salvaguardare l’interesse etico ed economico della propria attività, non è più possibile ignorare il rischio connesso all’utilizzo di apparecchiature informatiche.

Adeguare i propri sistemi alla protezione dei dati, considerati da molti esperti la valuta del futuro (e forse già del presente), è più che mai determinante per avere un vantaggio sui propri competitor.

Farsi trovare impreparati potrebbe costare molto caro…

Come possiamo aiutarti?

Se vuoi mettere al sicuro dai malintenzionati il sistema informatico della tua organizzazione, puoi richiedere un appuntamento per una consulenza gratuita con i nostri esperti.

Condividi su:

Facebook
Twitter
Pinterest
LinkedIn

Sommario

In evidenza

Articoli correlati